Recensione di Far Cry 5

Indice

Una breve presentazione del titolo

Far Cry 5, videogioco d'azione-avventura sviluppato da Ubisoft Montreal e Ubisoft Toronto e pubblicato da Ubisoft, è in commercio dal , ed è disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC. Come avviene per ogni altro titolo appartenente a questa serie, la trama del gioco è completamente slegata rispetto ai capitoli precedenti (fatta eccezione per alcune piccole "chicche" che possono notare soltanto i "veterani" della serie, ma che non influenzano minimamente l'esperienza di gioco né la comprensione della storia).

A differenza dell'ultimo Far Cry uscito, Far Cry Primal (2016), che può essere considerato uno spin-off (quasi al pari dell'espansione stand-alone di Far Cry 3, Far Cry: Blood Dragon), la storia narrata torna ad essere ambientata nel mondo contemporaneo: è per questo che, pur essendo il sesto capitolo della saga, il gioco prende il nome "Far Cry 5".

Come in ogni Far Cry, non può mancare un cattivo che si rispetti, carismatico, intrigante ed anche inquietante, che porta il concetto di "follia" ad un livello superiore: per esempio in Far Cry 3 ci siamo trovati a fronteggiare Vaas e Hoyt, rispettivamente un leader dei pirati e il capo di un cartello della droga, mentre in Far Cry 4 abbiamo lottato contro Pagan min, dittatore del Kyrat che finanzia le sue campagne miliari grazie ai proventi della droga da lui prodotta e venduta. Far Cry 5, invece, ci mette di fronte ad un tipo di follia e di motivazioni completamente diverse e inaspettate: una setta religiosa, organizzata anche militarmente per reprimere gli eretici, chiamata Eden's Gate, guidata da Joseph Seed, chiamato dai suoi fedeli "il Padre". Tuttavia, egli non sarà l'unico antagonista da combattere: dopo il prologo "guidato", il gioco si trasforma, come ogni Far Cry, in un open world: il protagonista, un vice-sceriffo, deve liberare il Montana, in mano ai tre fratelli di Joseph: John, "Faith", e Jacob, tre antagonisti secondari da sconfiggere prima di poter affrontare il Padre stesso.

Per informazioni più dettagliate relative alla trama del gioco vi invito a leggere la pagina del sito ad essa dedicata: in questa sede inizieremo con la contestualizzazione della storia, per poi passare ad un'analisi relativa al gameplay, al comparto tecnico e alla sezione multi-giocatore.

Torna all'indice

Il mondo di gioco

La scelta di suddividere la mappa di gioco in tre macro-aree, ognuna governata da un antagonista diverso, è un'innovazione rispetto all'intera serie. Ogni area è governata e sottomessa da uno dei fratelli di Joseph, ciascuno dei quali la assoggetta usando metodi diversi. John, il fratello minore, è un seguace del Sì!: egli purifica tutti peccatori, tatuando loro il peccato di cui sono accusati sulla pelle e strappandolo via con un coltello per far sì che venga espiato. Faith, la sorella, esperta manipolatrice, sottomette le sue vittime con il gaudio, una droga ricavata da alcune piante e quindi presente nell'aria, che le porta in un mondo visto come felice, pieno di prati, ruscelli e animali, un mondo nel quale desiderano vivere, e che si rifiutano di abbandonare. I suoi seguaci più fedeli sono gli "angeli", uomini in overdose da gaudio. Jacob, il fratello maggiore, assoggetta i suoi uomini mediante le onde sonore: fa sì che, all'ascolto di una canzone in particolare, essi facciano tutto quello che vuole. Il suo motto è Sfoltire il branco: chi non supera le sue prove viene ucciso, perché ritenuto troppo debole per far parte dell'Eden's Gate. Inoltre, grazie alle ricerche di suoi sottoposti, egli è riuscito a sottomettere a sè anche i lupi, drogati di gaudio. Quando il giocatore si reca da una regione all'altra, quindi, nota subito delle differenze: i lupi drogati di gaudio come nemici nella regione di Jacob o le allucinazioni da gaudio nella regione di Faith.

Oltre a ciò, in tutte e tre le regioni c'è una base di ribelli, che cercano l'aiuto del protagonista per liberare il Montana dalla famiglia Seed: in ognuna di queste avremo dei personaggi di riferimento, che ci forniranno dei compiti da eseguire per mettere i bastoni tra le ruote alla setta. Completando queste missioni, il giocatore renderà sempre più ostile l'antagonista a capo della regione, che ad un certo punto vorrà uno scontro faccia a faccia. Prima di giungere a questo punto di svolta, però, verremo catturati e portati ogni volta nella base dell'antagonista di turno, dove saremo sottoposti ad alcune prove, ma senza che egli voglia ucciderci: fino all'ultimo il loro obiettivo è quello di "convertirci", e farci entrare all'interno della setta.

Questa diversità rende l'esperienza di gioco meno ripetitiva, e dà l'impressione di muoversi all'interno di un mondo vivo, anche grazie ai dialoghi con i vari png, alle lettere da leggere che troviamo qua e là, e ad alcune registrazioni che è possibile ascoltare. Prestando attenzione ai singoli "indizi" e volendo immergersi e immedesimarsi nel mondo di gioco, si viene a creare una bella atmosfera: non vedremo una mappa divisa in tre aree da completare nel minor tempo possibile, ma ci troveremo davanti ad un mondo unico, pieno di vita, di personaggi dal carattere singolare, e riusciremo a cogliere i collegamenti tra le varie aree e a capire cosa sta progettando la setta. Il realismo e la vitalità sono accresciuti anche dalle persone comuni che troviamo in giro a spasso col cane, dalle tende per il campeggio e i focolari accesi nei boschi, dalle scorribande in giro per le strade, per i fiumi e per i cieli, effettuate sia da nemici sia da alleati.

Torna all'indice

Il gameplay

Dopo aver discusso dell'ambientazione, della "cornice", ora discutiamo di ciò che riguarda il gameplay in sé e per sé, analizzando sia gli aspetti caratteristici tipici della serie sia le innovazioni.

Il protagonista è, per la prima volta all'interno della serie, personalizzabile: come tipologia di volto e di capelli è possibile scegliere tra un numero di opzioni molto limitato (e predefinito: non è possibile creare colori tramite codifica RGB, nè "modellare" i singoli dettagli del volto manualmente), ma una volta giunti al vestiario la situazione cambia drasticamente. Sarà possibile acquistare tramite il denaro acquisito durante il gioco un gran numero di vestiti, che potremo cambiare liberamente ogni volta che vogliamo: alcuni capi si sbloccano a seconda dei progressi raggiunti nella campagna, altri invece necessitano solo della somma di denaro richiesta per essere sbloccati in modo permanente fin dall'inizio. Altri ancora, infine, si ottengono come ricompensa di eventi online scelti da Ubisoft che cambiano di settimana in settimana, per mantenere attivo l'interesse nei confronti del gioco: tali prove, comunque, sono molto semplici e possono essere completate in poco tempo, così da permettere a tutti gli interessati, nell'arco di una settimana, di trovare un momento per portarle a termine.

Un'altra novità è la possibilità di pescare! Oltre alle consuete zone di caccia presenti nei Far Cry precedenti, sono state aggiunte delle zone di pesca, alcune contrassegnate come "facili", altre come "difficili". La pesca è sia un piacevole passatempo fra una missione e l'altra sia un modo per accumulare denaro tramite la vendita dei pesci; inoltre, per i completisti, è necessaria per sbloccare un obiettivo che richiede di superare il record di pesca di ogni regione.

Pésca

Il sistema delle abilità del personaggio e della capienza del suo inventario è stato rivisitato, creando una "fusione" di tutto ciò che abbiamo visto nei Far Cry precedenti: il giocatore potrà consultare un menu sfide, che consistono nello sconfiggere i nemici con varie tipologie di armi, nel cacciare alcuni animali, nel pescare alcuni pesci, etc. Per ogni sfida portata a termine si ottiene un certo numero di punti tratto, a seconda della difficoltà della sfida stessa. Con questi punti è possibile sbloccare le abilità, ognuna con con un costo specifico di punti tratto. Ho detto che questo sistema è una "fusione" di ciò che era presente all'interno dei Far Cry precedenti perché, per esempio, in Far Cry 3 era necessario cacciare determinate specie di animali per ottenere un ampliamento dello zaino, della fondina, della faretra, del portafoglio, etc., mentre in questa sede la caccia e la pesca sono utili per ottenere punti, spendibili però per un potenziamento a scelta, che non riguardi forzatamente un inventario con maggiore capienza.

Un modo ulteriore per ottenere punti tratto durante la campagna si ricollega al tipo di missioni che possiamo trovare nel gioco: oltre alle classiche missioni "principali" che ci fanno avanzare nella trama, e alle tipiche missioni secondarie che approfondiscono la trama stessa e allo stesso tempo ci forniscono denaro, e infine agli avamposti nemici da liberare, in Far Cry 5 è stata aggiunta una nuova tipologia di missione, chiamata Scorte da Prepper: in breve si tratta di missioni in cui il giocatore troverà degli indizi su grandi tesori nascosti dai "prepper", persone che si erano preparate a una situazione di crisi nascondendo molto equipaggiamento, ma che poi sono fuggite. Il giocatore dovrà seguire gli indizi e risolvere un "puzzle ambientale" per riuscire ad entrare nei vari nascondigli, ben riparati e spesso protetti da trappole. La fatica fatta per raggiungere il tesoro, però, viene sempre ripagata: tre punti tratto e 250 dollari sono una ricompensa sicura, insieme a svariate armi e munizioni, diverse di volta in volta.

Altra novità di Far Cry 5, che però unisce elementi già visti in Far Cry 4 e Far Cry Primal, è la possibilità di reclutare dei mercenari, sia "standard" sia unici: sono presenti nove mercenari unici, ognuno con abilità differenti: avremo dei cecchini, degli abili piloti di velivoli, degli esperti di esplosivi, e infine tre animali (un cane, una leonessa di montagna e un orso). In Far Cry 4 è possibile chiamare mercenari comuni; in Far Cry Primal è possibile addomesticare vari animali, ognuno con dei livelli di forza e furtività differenti, e comandarli: Far Cry 5 unisce entrambi gli aspetti per creare un sistema di "cooperazione" con l'intelligenza artificiale che rende divertente pianificare strategie differenti a seconda dei compagni che scegliamo.

Compagni animali

Questo è il primo Far Cry in cui abbiamo a disposizione dei negozi dedicati ai veicoli: uno per automobili, quad, furgoni, e camion, uno per aerei, uno per elicotteri, infine uno per idrovolanti e barche. Sarà sufficiente acquistare il veicolo che ci interessa, personalizzarlo, e poi potremo usarlo ogni volta che vogliamo recandoci in questi negozi e selezionandolo, senza spendere un soldo. Oltre a negozi specifici per veicoli troveremo anche negozi di armi: anche in questo caso l'acquisto deve essere effettuato soltanto la prima volta.

È possibile acquistare alcuni veicoli e alcune armi, con una verniciatura più originale e accattivante, anche tramite "lingotti d'argento", ottenibili sia liberando gli avamposti e completando alcune sfide all'interno del gioco sia tramite l'acquisto mediante denaro reale. Si può quindi dire che il gioco contiene micro-transazioni, ma, a mio parere, nessun giocatore ha motivo di spendere degli euro per ottenere queste armi, poiché è sufficiente giocare poco tempo per ottenere la valuta virtuale corrispondente necessaria.

Torna all'indice

Reparto tecnico

Graficamente il titolo è spettacolare, sia come qualità sia come scelte nella resa dell'ambientazione. In particolare, su PC è possibile scegliere un vasto numero di configurazioni, per decidere quali aspetti grafici privilegiare e quali tenere al minimo (nel caso si abbia a disposizione un hardware poco performante che non riesce a gestire tutti i dettagli). È inoltre possibile effettuare un benchmark per controllare come risulterebbe il gioco con la scelta che abbiamo fatto, anche in relazione al frame rate. Per console invece questa procedura è semplificata: avremo di fronte soltanto due opzioni, ossia se ottimizzare la grafica o il frame rate (stando alle informazioni presenti in rete, questa scelta è disponibile solo su PlayStation 4 Pro e Xbox One X). Nella mia esperienza di gioco su PC ho privilegiato il frame rate, che si è dimostrato sempre molto stabile e senza cali, nonostante la risoluzione che ho scelto fosse comunque piuttosto elevata. L'unico momento in cui la godibilità del paesaggio viene meno è quando si pilota un veicolo aereo, poiché il paesaggio sottostante si carica gradualmente, con un effetto pop-up, ma ciò è comprensibile, data la mole di dati che il software deve elaborare.

Sono stati curati con attenzione anche gli effetti sonori, diversi e adeguati per ogni tipologia di arma (con e senza silenziatore); molto realistici sono inoltre gli eventi di interazione con l'ambiente (le esplosioni, il colpire gli alberi con mazze di legno o metallo, il colpire l'acqua, nuotare, nuotare sott'acqua, il suono dei veicoli in generale). Inoltre, come in altri Far Cry, quando siamo alla guida dei veicoli è possibile accendere o spengere l'autoradio, e selezionare un numero limitato di stazioni per ascoltare un po' di musica "da viaggio" durante il tragitto. Niente da dire sulla colonna sonora, perfettamente in sintonia con l'atmosfera del Montana e già godibile nel menu che ci appare all'apertura del gioco, prima ancora di entrare in partita.

Per quanto riguarda gli errori di programmazione, invece, ho riscontrato due difetti piuttosto frustranti: il primo è collegato al reparto audio, poiché capita spesso che, quando avviamo una conversazione con un personaggio, veniamo contattati via radio: se ciò accade, sia la voce proveniente dalla radio sia il personaggio continuano a parlare in contemporanea, e diventa impossibile seguire entrambi i dialoghi. Il secondo problema, ben più frustrante, riguarda l'intelligenza artificiale dei personaggi non giocanti, che rimangono spesso "in allerta" anche quando non ci sono più nemici nell'area e continuano a correre terrorizzati, o si spaventano quando facciamo esplodere qualcosa contro i nemici, e magari non vogliono più parlarci e scappano, o ancora diventano ostili se, disgraziatamente, puntiamo loro un'arma contro mentre stiamo mirando a un nemico che si trova alle loro spalle. Questo genere di eventi può rendere il gioco sgradevole, e una patch per risolvere o ridurre il problema renderebbe sicuramente l'esperienza più fluida.

Torna all'indice

Far Cry Arcade

Far Cry Arcade è una modalità a cui si può accedere sia dal menu iniziale sia dalla campagna, recandoci presso apposite "macchinette" tipiche delle sale giochi. Si tratta di una modalità multiplayer, e offre al giocatore diverse possibilità: 1) Giocare la campagna principale in coppia con un amico, come host della partita o come "mercenario": la differenza è che, nel caso in cui il giocatore sia l'host, i progressi che verrano effettuati nella trama saranno mantenuti anche nelle sessioni successive, magari giocate offline; se invece il giocatore viene invitato come "mercenario" nella partita di un altro, lo scopo è soltanto aiutare e divertirsi, poiché i progressi non verranno salvati. 2) Far Cry Arcade mette a disposizioni di tutti gli utenti la possibilità di creare da zero nuove mappe, usando modelli forniti dagli sviluppatori, e condividerle con il resto della comunità! È possibile creare nuove "missioni", da giocare in singolo o con un amico, progettando il tutto da zero, secondo le proprie regole e la propria fantasia; oppure si possono realizzare delle mappe PvP, in cui dodici giocatori possono dividersi in due squadre che combattono tra di loro: anche in questo caso le armi che essi avranno a disposizione, i veicoli, i bonus e i malus saranno decisi interamente dal creatore della mappa. Ubisoft stessa, molto spesso, rilascia nuove mappe per far sì che ci sia sempre qualcosa di nuovo da fare. 3) Chi vuole semplicemente giocare in queste mappe create da altri utenti ( o da Ubisoft stessa) ha a disposizione un menu per cercare quello che gli interessa: missioni (divise in avamposto, fuga e asssalto) o arene competitive.

Ogni utente avrà un "livello arcade", e guadagnerà punti esperienza per ogni partita che esegue in questa modalità. Migliore sarà la prestazione, maggiore sarà l'esperienza accumulata. Man mano che l'utente salirà di livello, guadagnerà denaro virtuale e punti tratto da utilizzare anche nella campagna: ciò potrebbe essere un incentivo a provare questa modalità, di cui sicuramente tutti si innamoreranno una volta finita la storia principale: grazie alla possibilità di creare nuove mappe "all'infinito", e al supporto costante di Ubisoft, la longevità del gioco aumenta notevolmente, facendo divertire l'utente anche dopo aver completato la trama principale, e invogliandolo a continuare a giocare.

Torna all'indice Schermata Far Cry Arcade

Conclusioni

Far Cry 5 mantiene lo stile tipico della serie "Far Cry", e contemporaneamente introduce al suo interno alcune meccaniche innovative che non stravolgono il gameplay, ma si integrano perfettamente al suo interno: un veterano della serie si sentirà a casa, e noterà che le features aggiunte e le meccaniche rivisitate migliorano l'esperienza di gioco, mantenendo comunque quell'"essenza originale" che ci si aspetta quando si acquista un Far Cry. Pertanto, coloro che hanno apprezzato i capitoli precedenti rimarranno pienamente soddisfatti da questo titolo.

Mi sento in dovere di fare qualche ulteriore precisazione per chi è indeciso sull'acquisto ma non ha mai giocato ad un Far Cry precedente: in questo caso, potrebbe essere il gioco per voi se amate gli open world, in cui il giocatore ha una completa libertà di movimento all'interno della mappa, e se non siete persone che si annoiano facilmente di fronte a uno stile di gioco abbastanza "ripetitivo". Infatti, per quanto sia stata migliorata la varietà delle attività da svolgere, comunque l'obiettivo è avanzare di missione in missione, di avamposto in avamposto, fermandosi nelle varie località incontrate durante il tragitto per saccheggiare i tesori e uccidere i membri della setta nemica: le missioni principali e secondarie sono molto diversificate l'una dall'altra, per evitare di far compiere al giocatore le stesse identiche azioni, ma capisco che questo è uno schema che può piacere come non.

Come ultimo punto vorrei parlare del season pass, ossia un contenuto da acquistare a parte che garantisce l'accesso alle espansioni del gioco una volta che saranno uscite; inoltre, per coloro che acquistano il season pass, entro pochi mesi sarà disponibile gratuitamente il gioco Far Cry 3, nella sua edizione classica. Dal momento che ancora non possiamo valutare l'effettiva qualità di queste espansioni, l'acquisto del season pass "sulla fiducia" è un'operazione "rischiosa": il mio consiglio è quello di finire prima il gioco base, e, se vi ha colpito e non vedete l'ora che escano novità, procedere con l'acquisto. Il fatto di ottenere, oltre alle espansioni, anche una chiave di gioco per scaricare Far Cry 3 offre la possibilità di recuperare un bellissimo gioco anche a chi si sta avvicinando alla serie per la prima volta.

Anteprima contenuti offerti

Non mi sento di dare un voto all'opera, perché altrimenti si rischia che le persone basino la loro decisione di acquisto esclusivamente su di esso, senza leggere il testo, che invece riporta, seppur soggettivamente, i punti di forza e di debolezza, lasciando al lettore libera interpretazione: se voi vedeste un voto alto e decideste di acquistare il gioco, pur odiando gli open world, ovviamente restereste delusi, e avreste buttato via 60/70 euro!

Torna all'indice