tenore

IL CANTO A TENORE

Il canto denominato a tenore è una forma di canto polivocale di tradizione orale che può essere considerato come un sistema per fare musica e, per il particolare rapporto tra musica e testo, una forma espressiva della poesia orale. Si tratta di un complesso fenomeno diffuso in una vasta area della Sardegna centro settentrionale e caratterizzato da espressioni locali tipiche, veri e propri stili paesani. Il canto è caratterizzato da uno schema polifonico basato sul canto solista accompagnato da tre parti vocali attraverso l’emissione in accordo di sillabe nonsense. Le due voci più gravi sono caratterizzate da un evidente timbro gutturale realizzato attraverso particolari tecniche di utilizzazione dell’apparato fonatorio; in diversi casi l’emissione gutturale della voce è presente anche nella terza parte, quella più acuta, del coro. Il repertorio è prevalentemente profano. Il termine Tenore definisce normalmente sia un gruppo di quattro cantori maschi (coro) organizzato in altrettante parti vocali variamente denominate a seconda dei paesi e delle parlate locali che si muovono su un differente registro e con un loro proprio timbro, sia il risultato sonoro realizzato da tale quartetto, cioè l'esecuzione musicale a sua volta variamente articolata in repertori locali, ciascuno dei quali suddiviso in generi (cantu a seria, boghe ‘e notte, boghe ‘e ballu eccetera).