Live Consciously!

Consumo Critico e Consapevole

Un altro stile di consumo, di vita, di società

icona lampadina
Who? icona freccia

L'espressione "consumo critico" è stata coniata dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo, un centro di ricerca situato a Vecchiano, in provincia di Pisa, che conduce indagini ambientali e sociali. Il principale promotore è Francesco Gesualdi, attivista e saggista, storico allievo di Don Lorenzo Milani della scuola di Barbiana, a Firenze.


What? icona freccia

Consiste nella scelta di consumare in modo diverso, più consapevole nei confronti dei produttori, dal contadino alle multinazionali e più rispettosi nei confronti delle risorse ambientali. E' importante ricordarsi che “acquistare è sempre un atto morale, oltre che economico".


When? icona freccia

Il Centro Nuovo Modello di Sviluppo è entrato in questo campo partendo da un altro interrogativo: la disparità tra Nord e Sud del mondo. Dopo anni di ricerche e studi, il Centro Nuovo Modello di Sviluppo ha individuato una delle cause dell'iniquità sociale nel modo in cui il cibo viene prodotto, venduto e consumato. Ad oggi, l’attenzione pubblica si sta gradualmente orientando verso questi temi.


Where? icona freccia

Il Consumo Critico si può applicare nella vita di tutti i giorni!
Solo alcune idee semplici da concretizzare...Quando vai a fare la spesa, per esempio, leggi le etichette, indaga sulla produzione, non scegliere unicamente secondo il criterio econimico; scopri i produttori locali vicini a te; scopri i negozi di commercio equo e solidale e compra lì i regali di Natale!


Why? icona freccia

Il consumatore deve comprendere la potenza nell’atto del comprare: acquistare ha sempre ripercussioni sulla società. Scegliendo un prodotto, finanziamo quel modo di produrre. Il consumatore critico è libero nelle sue scelte, non si fa influenzare dalla pubblicità: sa scegliere cosa è giusto e non soltanto cosa è conveniente (se un prodotto costa poco, un motivo ci sarà!). Obiettivi: ridurre lo spreco, verso un modello di società rispettoso.


"Io non sono una cosa e la mia spesa un’altra cosa.

La mia spesa sono io.

Che la nostra spesa e il nostro carattere siano due, è il vizio della società"
Ralph Waldo Emerson 

freccia