Il Linguaggio Della Console








La console


console

Con questo termine si intende il più delle volte un "mixer" o una strumentazione professionale adatta che prende il nome di consolle o regia audio. La consolle per DJ è principalmente composta da due giradischi con controllo di velocità del brano (detto pitch control), un mixeraudio a due o più canali, una cuffia in funzione di preascolto del disco successivo ed eventualmente un microfono per fare animazione. Ovviamente la console va poi connessa ad un impianto di due o più diffusori stereo (o più comunemente casse acustiche) le quali necessitano di un amplificatore audio (oggi sono disponibili sul mercato anche casse acustiche preamplificate ossia con amplificatore interno).Per poter ascoltare la musica in uscita, e quindi controllare il mixaggio, il DJ si serve di un diffusore acustico detto studio monitor o in ogni caso della cuffia stereo. Alcuni DJ preferiscono la "Cassa spia", una cassa posta nell'immediata destra o sinistra, al fine di seguire al meglio le fasi del mixaggio.La console o regia audio, può essere più o meno sofisticata in quanto può essere costituita da un numero variabile di dispositivi (CDJ, giradischi, mixer, drum machines, sintetizzatori, sequencers)



Pitch e Tempo


Il pitch è la tonalità di una canzone. Il tempo è la velocità di esecuzione di un brano. Nel mondo dei DJ, quest’ultimo è legato al numero di rotazioni al minuto dei piatti (veri o virtuali) della consolle. Un uso corretto dei parametri pitch e tempo è fondamentale per omogeneizzare ritmicamente e armonicamente due brani. In questo modo si ottiene un mix gradevole.



pitch


Auto BPM


I Beat Per Minute (battute al minuto) di un brano rappresentano la divisione metrica di una partitura musicale. In parole semplici, corrispondono a quante volte al minuto batti il piede per terra a tempo mentre le ascolti. Più è alto il valore BPM, più un brano è veloce. Per miscelare due pezzi in modo che la gente in pista continui a ballare senza intoppi, devi far sì che le battute al minuto dei due brani coincidano il più possibile tra loro.Per fortuna oggi questa operazione è piuttosto semplice: la quasi totalità delle console virtuali per DJ hanno il tasto Auto BPM, che porta le due canzoni che stai mixando allo stesso numero di battute al minuto senza sforzo.

battiti per minuto

Sample


Sample (o campione) – È una frammento di audio in formato digitale. Nel mondo dei DJ si tratta principalmente di piccole porzioni di brani musicali, di voci o di altri suoni usati per arricchire quelli dei dischi che stai mettendo.I programmi per DJ ne includono sempre alcuni di default, ma ti permettono anche di caricarne altri che vuoi tu. Le console più avanzate, come Traktor (anche per Mac), offrono strumenti professionali eccellenti per registrare e trattare nuovi campioni, anche in tempo reale durante un DJ set.

image

Loop


Loop – È un sample che viene riprodotto ciclicamente. La tecnica del looping è utilizzatissima nella musica dance e nell’elettronica. Per questo nelle console da DJ c’è sempre una sezione dedicata a questa funzione, che ti permette di riprodurre in loop porzioni di un campione che vanno da 1/8 di battuta fino a 32 battute. Questo vuol dire che, scegliendo l’opzione 4 beat, il programma riprodurrà ciclicamente le prime 4 battute del campione caricato.

looper


Crossfader


È lo strumento del DJ per antonomasia. È un fader orizzontale con cui stabilisci la proporzioni di audio udibile di ciascuno dei due deck. Puoi decidere di far sentire solo la musica del primo, solo del secondo o quantità variabili di ognuno dei due.Per essere pratici: se tieni il crossfader tutto a sinistra, il tuo pubblico sentirà solo la musica del deck di sinistra. Se lo sposti a destra, solo la musica del deck di destra. Se lo tieni al centro, sentirai con uguale intensità la musica dei due deck.

leva-tempo